stagione 2013
anno successivo


Trittico  "Contrasti in musica"


Con il titolo di "CONTRASTI in MUSICA" saranno presentati da AMI-Trieste ai soci e agli amici della musica nella nostra città tre appuntamenti, oserei dire imperdibili, che si svolgeranno tra novembre e dicembre 2013.

Al Teatro Miela, giovedì 7 novembre 2013 alle ore 20.30 è previsto il piano recital di Andrea Bacchetti, pianista genovese tra i maggiori della sua generazione.  "DAL CLAVIER (rispettando la grafia originale bachiana) AL PIANOFORTE", si intitola l'offerta musicale di Bacchetti. Da J.S.Bach, del quale si potrà ascoltare un capolavoro assoluto della Letteratura cembalistico-pianistica quale è "Goldberg Variationen", si passerà quindi al Classicismo mozartiano pre-romantico della Fantasia in re minore  per poi ascoltare la Consolazione in Re bemolle di F.Liszt e per finire un esempio del tardo Rossini concepito nel decennio dell'esilio dorato in terra francese.

Sempre al Teatro Miela, venerdì 6 dicembre 2013, alle ore 20.30, si esibiranno la giovane soprano cinese Sharon Zhai ed il basso baritono Alessandro Calamai, accompagnati al piano da Corrado Ruzza. Il programma prevede un tributo al bicentenario verdiano, ma non solo. "L'OPERA TRA PALCOSCENICO E SALOTTO" è il tema del programma proposto. A celebri arie di compositori italiani per il Melodramma, si affiancheranno momenti musicali scritti da operisti per i "salotti artistici" della borghesia italiana e francese del secondo '800.

All'Auditorium del Museo Revoltella, mercoledì 11 dicembre 2013, alle ore 18.30 si esibirà il duo Luca Truffelli-Igor Cognolato (flauto-pianoforte). I due artisti di esperienza concertistica e didattica internazionale, offriranno una serata di grande interesse e qualità musicale. "Giusto e perfetto" si intitola quest'ultimo concerto organizzato dall'AMI Trieste per l'anno in corso. Verranno interpretate composizioni di contrastanti sensibilità estetiche come l'elegante Romanticismo francese di Charles Marie Widor, una serenata di W.A. Mozart, compositore non particolarmente prolifico nella produzione di musica per flauto, ma sempre geniale e inarrivabile. Il concerto si concluderà con l'approccio "realista e costruttivista" del musicista sovietico S. Prokofiev.

Crediamo che il trittico di proposte "Contrasti in Musica" che AMI-Trieste offre ai suoi soci e amanti della musica, possa incontrare il favore di tutti.

Buona musica a tutti!

M° Stefano Sacher
Music Teacher
Head of Music


Igor Cognolato


Luca Truffelli


Andrea Bacchetti


Sharon Zhai


Alessandro Calamai


Corrado Ruzza






I concerti del trittico "Contrasti in musica" sono ad ingresso libero per i soci AMI. Per gli altri spettatori il prezzo del biglietto è di € 8 (prezzo intero), mentre per i giovani di età inferiore a 25 anni il prezzo è di € 5.
L'ingresso sarà gratuito per i nuovi iscritti della stagione 2014.

INGRESSI





Trittico "Contrasti in musica"
DAL CLAVIER AL PIANOFORTE
Andrea Bacchetti

7/11/13 ore 20.30

J.S. Bach
  Toccata in mi minore BWV 914
  Aria con 30 Variazioni
  Variazioni Goldberg BWV 988 (senza ritornelli)
W.A. Mozart
  Fantasia in Re minore K 397
F. Liszt
  Consolazione in re bem.
G. Rossini
  Dai Peccati di vecchiaia, Tarantelle pur sang (avec traversèe de la procession)


Programma


TEATRO MIELA
Piazza Duca degli Abruzzi, 3
Trieste


Sede evento

Foto del concerto al Teatro Miela

< click





Trittico "Contrasti in musica"
L'OPERA TRA PALCOSCENICO E SALOTTO
Sharon Zhai e Alessandro Calamai

6/12/13 ore 20.30

W.A. Mozart
  “Madamina, il catalogo è questo” da Don Giovanni
  "Crudele…? Non mi dir” da Don Giovanni
  “La vendetta” da Le nozze di Figaro
  “Non più andrai” da Le nozze di Figaro
  "Porgi, amor" da Le nozze di Figaro
  "Ach, Ich Fühl's" da  Il Flauto Magico
  “Der hölle Rache kocht in meinem Herzen” da Il flauto magico
  “Là ci darem la mano” dal Don Giovanni

Johann Nepomuk Hummel
  Fantasina su un tema da Le nozze di Figaro op.124 per pianoforte


Programma

Foto del concerto

< click

TEATRO MIELA
Piazza Duca degli Abruzzi, 3
Trieste

Sede evento





Trittico "Contrasti in musica"
GIUSTO E PERFETTO
Igor Cognolato e Luca Truffelli

11/12/13 ore 18.30

Charles M. Widor
  Suite per flauto e pianoforte op.34 n°1
  Moderato – Scherzo – Romance - Final
W.A.Mozart
  Sonata in mi minore per flauto e pianoforte KV 304
  Allegro – Tempo di Minuetto
S.Prokofiev
  Sonata in re maggiore op. 94 per flauto e pianoforte
  Moderato - Scherzo - Andante - Allegro con brio


Programma

Auditorium Museo Revoltella
via Diaz, 27
Trieste

Sede evento





Matinée con Mozart, Beethoven e Brahms

11 maggio 2013
ore 11.00

Sospeso tra rigore classico, anticipazioni preromantiche e congedo tardo romantico è il programma offerto da AMI Trieste, che il duo composto dalle giovanissime  Francesca Temporin ( violino) e Kim Fabbri ( pianoforte) proporrà al pubblico di Trieste e del MiB,  sabato 11 maggio alle 11.00 presso l'Aula Magna del MiB-School of Management.

Scritta da Mozart nel 1784, nel periodo quindi della consolidata maturità compositiva, la Sonata in Si bemolle magg KV 454 offre una nuova prospettiva nel dialogo strumentale e contrappuntistico tra violino e pianoforte. Composizione di forti contrasti dinamici e armonici, la Sonata n.40 di W. A. Mozart fu scritta "in gran fretta", come scrive il musicista per una virtuosa italiana, la govane mantovana Regina Strinasacchi. La pagina sonatistica presenta un eccellente equilibrio tra scrittura virtuosistica e necessità espressiva, a tratti pre-romantica.

La Sonata n.8 op.30. n.3 di L.van Beethoven è influenzata implicitamente dai grandi modelli classici ma libera nell'espressione e nel contrasto tematico, rappresenta in modo paradigmatico lo spirito delle ultime sonate per violino e pianoforte del musicista tedesco e apre a nuovi scenari romantici.

Ultima delle tre sonate di J.Brahms, la Sonata op.108 rappresenta in modo emblematico il ritorno alla fase cameristica dopo le quattro sinfonie e le pagine singonico-corali. Pagina di forte espressione e di rigore strutturale derivante dalla grande tradizione austro-tedesca della Forma Sonata, la terza sonata brahmsiana rappresenta per gli esecutori una prova di grande impegno e sfida esecutivo-interpretiva. Ed è  quello che verrà comunicato al pubblico nel corso di questo splendido concerto.

M° Stefano Sacher



Sonata n.40 di W. A. Mozart KV 454
Sonata n.8 op.30. n.3 di L.van Beethoven
Sonata op.108 di J.Brahms


Programma


Francesca Temporin, violinista, ha 15 anni è nata a Rovereto (TN). Ha
iniziato lo studio del violino all’età di quattro anni. È allieva della prof.ssa
Grazia Serradimigni e frequenta il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena con il prof. Gabriele Raspanti. Ha partecipato a numerosi concorsi di musica, sia come solista che in formazioni cameristiche, vincendo 26 primi premi (di cui 11 assoluti), borse di studio e vari premi speciali, in particolare nei concorsi “Giovani Talenti” di San Bartolomeo al Mare, a Campi Bisenzio (FI), agli Incontri ESTA a Trento, Milano e Parma, all’International Music Competition “Paolo Spincich” di Trieste, al concorso Italian Festival di Alice Bel Colle, all’International Music Competition di Cortemilia, al 14° concorso nazionale musicale “Flegreo” di Napoli.
Nell’ottobre 2010 ha vinto alla Rassegna Nazionale di Vittorio Veneto: si è classificata prima nella propria categoria, ottenendo la borsa di studio. Ha frequentato i corsi di perfezionamento con Zoran Milenkovic, Paolo Chiavacci, Luigi Mangiocavallo, Andrea Pecelli, Italo Rizzi. Ha all’attivo oltre 200 concerti, in Italia ed all’estero. Suona con i Mozart Boys&Girls dell’Associazione Mozart Italia di Rovereto, nell’Orchestra da Camera di Domodossola e collabora con l’Orchestra I Filarmonici di Trento. Si è esibita per la RAI di Torino ha suonato un concerto alla Radio Vaticana. Suona un violino C. A. Testore del 1756 di proprietà della Fondazione Monzino di Milano.


Francesca Temporin


Kim Fabbri nasce a Cesena nel 1991 ed ha i primi approcci con il
pianoforte all’età di quattro anni. Nell’anno 2011 si è diplomata con il massimo dei voti, lode e menzione speciale presso il Conservatorio “B. Maderna” di Cesena. Nel 2000 vince il 2° Premio al concorso “Dino Caravita” di Fusignano.
Prosegue poi gli studi al Liceo Musicale “A.Masini” di Forlì. Nel corso del 2004 ottiene il 1° Premio Assoluto al Concorso pianistico nazionale “Città di Ravenna”, il 1° Premio al XVI Concorso nazionale “Terzo musica e Valle Bormida” ed al XIII° Concorso nazionale “Riviera della Versilia”. Prosegue poi gli studi al Conservatorio “B. Maderna” di Cesena. Nel corso dell’anno 2010 ottiene i seguenti premi: il 1° Premio Assoluto al I° Concorso Internazionale “A.Salieri” di Legnago ed il Premio per la migliore esecuzione di un brano romantico, il 1° Premio al IX Concorso Nazionale “Calcit” di Arezzo. Segue le Master Class con i Maestri Leonid Margarius e Massimiliano Damerini. A fine 2010 tiene un Recital Pianistico presso il Ridotto del Teatro “A. Salieri” di Legnago. Nel 2011 ottiene il 1° Premio al IX Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Città di Riccione”.


Kim Fabbri



Intervista di Roberto Calogiuri a
Francesca Temporin e Kim Fabbri, su
 


Intervista

Aula Magna MIB School of Management
L.go Caduti di Nasiriya, 1 - Trieste

Sede evento







Amadeus al Cotton Club

Elaborazione e variazione sono due principi che da sempre sono stati contigui alla musica, tra diversità di stili e generi. Il tema e variazioni, l'elaborazione di un canto popolare, la trascrizione per orchestra o ensemble di un originale versione per pianoforte e ancora, la versione "in chiave jazz" di importanti brani classici, hanno attraversato in sorprendenti e più o meno felici  "cross over", i secoli e le mode musicali. Forse solo due grandi autori classici reggono bene l'elaborazione e la trascrizione non accademica o, genericamente "jazz": J.S.Bach e W.A. Mozart.

Nel concerto "Amadeus al Cotton Club", un eccellente duo di musicisti classici e jazz ad un tempo, la pianista russa VALERIA KUKUSHKINA e il contrabbassista triestino ANDREA ZULLIAN, darà una testimonianza forte e inedita di elaborazione/improvvisazione di materiale tematico mozartiano ritrascritto e re-immaginato.

Anche questo è un ulteriore contributo della pluralità musicale offerta da AMI-TS alla città, al MIB e al pubblico tutto. Sono certo che il fantasma di Amadeus si sarebbe molto divertito nell'ascoltarsi in altra veste, così come il musicista salisburghese apprezzava e sorrideva  compiaciuto  ai "pastiches" musicali confezionati dalle sue opere e Singspiel.
Associazione Mozart
sede di
Trieste

L'AMI sede di Trieste
si propone di promuovere la conoscenza dell'opera di Mozart e in generale di tutta la buona musica e di essere un punto di incontro tra appassionati, musicisti e giovani talenti.





Sempre un posto in prima fila!



Buon divertimento mozartiano!
M° Stefano Sacher







Fantasie basate sulla musica di W.A.Mozart intrecciata con quella di grandi musicisti di jazz. I temi principali sono:
- "Piccola Serenata Notturna"
- "Sinfonia n.40"
- "Là ci darem la mano"
- "Rondò alla turca"
- "Take the A Train"
- "Ain't Misbehaven"
- "Basin Street Blues"


Programma

Nasce in Russia nel 1968. Dal 1977 al 1983 ha seguito il percorso formativo integrale nella specializzazione di pianoforte, composizione e teoria musicale. Ha quindi conseguito laurea breve in pianoforte con specializzazione in teoria della musica, storia della musica e ritmica con il massimo dei voti presso l'Accademia Musical. In Italia, negli anni 2003-2004, ha compiuto il corso inferiore di composizione sperimentale al Conservatorio “Monteverdi” di Bolzano; nel 2004-2005 ha compiuto il corso medio di composizione tradizionale al Conservatorio “Bomporti” di Trento. Ha quindi frequentato la Scuola Civica di Milano (pianoforte jazz, arrangiamento e composizione per Big Band). Ha svolto le seguenti attività didattiche: In Russia negli anni 1987- 1996 come insegnante di teoria della musica e storia della musica, come insegnante di canto presso lo studio teatrale giovanile, come konzertmeister alla scuola di coreografia. In Italia, negli anni 2001-2004, ha svolto l’attività di insegnante di pianoforte presso varie scuole ad indirizzo musicale. Ha svolto per dieci anni attività concertistica in Italia come solista ed in gruppo: duo “Lan-Kou” clarinet, piano (latin-jazz, tango, jazz); duo “Swinging rus” viola, piano (swing anni ‘20-‘50); quartet “Punto & basta” violin, piano, bass,drums; duo “GiàSwing” piano, bass; trio “Elena-swing”violin, piano, bass; trio “That’s Life” violin, piano, guitar; duo “Walking to Russia” piano, trombone/trumpet, sax alto; trio “Rhythm Toffee” piano/keyboard,voice/alto sax, drums; duo “Clarion” clarinet/ tenor sax, piano/keyboard; duo “Vega – Mask” voice, piano/keyboard/voce. Ha svolto attività concertistica di intrattenimento per il Principe di Monaco, per la Fiera di Bolzano, per la “World Ski Cup” a Corvara in Val Badia ed in altre sedi.


Valeria Kukushkina


Intraprende gli studi musicali nel 1986, dedicandosi al basso elettrico ed in seguito anche al contrabbasso, diplomandosi presso il Conservatorio "G. Tartini" di Trieste. Seguono corsi di perfezionamento orchestrale a Lanciano (Ch), e perfezionamento strumentale a Portogruaro con il M° Ubaldo Fioravanti. Ha quindi frequentato i corsi del Triennio e del Biennio di specializzazione in "Jazz" presso il Conservatorio “Tartini”, diplomandosi a pieni voti. Ha partecipato al concorso "Lilian Caraian 2002" dedicato alle formazioni jazzistiche in trio con Nicola Bottos e Luca Colussi, vincendo il secondo premio (primo premio non assegnato); ha vinto il Premio Nazionale delle Arti, edizione 2004, nella categoria Musica d'Insieme Jazz, con il quintetto "Namòs"; si è classificato fra i finalisti nell'edizione 2006 del medesimo concorso. Ha perfezionato il proprio linguaggio jazzistico con Cameron Brown, Kenny Wheeler, Renato Chicco, Nat Su, Kyle Gregory, Fred Hersch, Gunnar Plummar. Ha collaborato con numerose orchestre da camera e sinfoniche (Orchestra del teatro G.Verdi di Trieste, Orchestra Filarmonica “Paul Costantinescu di Ploiesti (Romania), I Cameristi Triestini, Orchestra da Camera del F.V.G. , etc.), esibendosi in oltre venti Paesi. Nell’ambito jazzistico, ha suonato con moltissimi musicisti, fra i quali: Kenny Wheeler, Glauco Venier, Eldad Tarmu, Daniele Dagaro, Mauro Costantini, Bruno Cesselli, Francesco Bearzatti, U.T.Ghandi, Damjan Krajacic, Riccardo Chiarion, Klaus Goesing, Kyle Gregory, David Boato, etc. . Ha partecipato ad una tourneé del complesso “Rondò Veneziano” in Austria, Svizzera e Germania, e collabora stabilmente dal 2005 con il gruppo teatrale del Pupkin Cabaret, con il quale ha accompagnato il comico Paolo Rossi e si è esibito nel noto locale milanese “Zelig”. Ha suonato sia il contrabbasso che il basso elettrico nel corso di trasmissioni radiofoniche e televisive. Svolge inoltre un'intensa attività didattica, comprendente anche cinque edizioni del "Gorizia Jazz Workshop" e “Alpe-Adria Jazz Workshop”. Insegna basso elettrico presso la "Casa della Musica" di Trieste e ha insegnato basso elettrico e contrabbasso jazz presso il Conservatorio "Jacopo Tomadini" di Udine.

Andrea Zullian